Due articoli de Il Giornale di Ivrea  dedicati alla Casa durante il periodi di lockdown e alle attività – e difficoltà – che incontrano le volontarie del portare aiuto e sostegno alle donne.

Il lockdown ha limitato gli interventi per le vittime di violenza: vanno trovate alcune soluzioni per gestire le richieste di aiuto. Infatti durante il lockdown, i provvedimenti che che chiudono e limitano, provocano delle conseguenze a forte impatto per le donne vittime di violenza. E’ necessario trovare, nei percorsi che sono comunque obbligati, qualche soluzione e capire come coordinarsi per gestire le emergenze: bisogna evitare che la situazione si gestisca solo quando la vittima arriva al Pronto Soccorso o che, al contrario, resti nell’ombra.

in questo secondo articolo c’è la storia di un intervento di aiuto operato da alcune volontarie della Casa. La vittima di maltrattamenti è una donna dalla vita difficile e l’articolo evidenzia l’impegno e la difficoltà  delle volontarie nell’accompagnamento della donna attraverso i vari servizi territoriali e la Polizia fino ad arrivare a una sistemazione sicura in un rifugio per donne maltrattate.