Perché la Festa della Donna è l’8 marzo

L’8 marzo di ogni anno, uomini e donne di diversi Paesi in tutto il mondo, tamite auguri, fiori e regali, celebrano le conquiste, i successi e le battaglie per cui le donne hanno lottato e stanno ancora lottando per raggiungere dignità, parità di diritti e parità di opportunità.

Ma perché la Festa della Donna si festeggia proprio l’8 Marzo?

La prima Festa della Donna venne festeggiata il 28 febbraio 1909, negli USA, su iniziativa del Partito Socialista Americano. Un anno dopo, alla Seconda Conferenza internazionale delle donne lavoratici a Copenaghen, venne avanzata e accolta la proposta di eleggere un giorno per festeggiare le donne a livello internazionale. Nel febbraio del 1913, le donne russe festeggiarono la prima giornata internazionale della donna e, proclamarono l’8 marzo come giorno ufficiale della ricorrenza. Già nel 1914 le donne di tutta Europa si riunirono in manifestazioni e proteste, tra cui ricordiamo quella delle Suffragette a Trafalgar Square.

Un altro evento fondamentale che ha fatto dell’8 marzo il giorno simbolo dell’orgoglio e delle conquiste femminili, è certamente la protesta delle donne russe del 1917 a San Pietroburgo. In quell’occasione le donne protestarono a favore della pace e contro la politica zarista che aveva portato alla morte di oltre 2 milioni di soldati russi. Quattro giorni dopo lo zar abdicò e le donne ottennero il diritto di voto dal governo provvisorio. Dopo la Rivoluzione Bolscevica, nel 1922, Lenin istituì l’8 marzo come festività ufficiale dedicata alle donne.

Tuttavia, fino all’8 marzo del 1975 non vi furono festeggiamenti congiunti, la tradizione nacque per iniziativa dell’ONU che, in occasione dell’ “Anno Internazionale dellle Donne” invitò tutti i Paesi membri a festeggiare le donne proprio in quella data ormai storica.

E la famosa storia dell’incendio in fabbrica?!

A quanto pare, la storia che voleva l’8 marzo una data commemorativa di un incendio in fabbrica di camicie a New York in cui persero la vita diverse operaie è un falso storico. Quella fabbrica non è mai esistita e l’unico incendio di cui si hanno prove e di quegli anni fu uno avvenuto il 25 marzo del 1911. E, altrettanto falsa, sembra essere la vicenda della dura repressione di una manifestazione sindacale newyorkese del 1857.

A prescindere dai singoli avvenimenti che hanno portato l’8 Marzo ad essere eletto come Giornata Internazionale delle Donne, ciò che conta è che, questa data, venga vista solo come un’altra occasione per rendere omaggio e festeggiare le donne per la forza, la determinazione e la sensibilità con cui hanno affrontato, affrontano e continueranno ad affrontare, ogni battaglia che le porterà a sentirsi davvero valorizzate, realizzate e libere.

FloraQueen, in occasione della Festa della Donna, quest’anno, ha deciso di esaltare la straordinarietà dell’universo femminile, scegliendo di dedicare a donne ispiratrici i propri bouquet. Si tratta di persoaggi estremamente diversi tra loro che, ognuna a modo suo, ha saputo tracciare e definire il proprio destino servendosi di coraggio, intelligenza e libertà di pensiero. Che tu sia un lui o una lei, comunica ad una donna speciale per te, quanto conta la sua presenza nella tua vita. Riservale un pensiero speciale!

One thought to “Perché l’8 Marzo?”

  • GrettaBig

    Hi. I have checked your casadonneivrea.it and i see you’ve got some duplicate content so probably it
    is the reason that you don’t rank hi in google. But you can fix this
    issue fast. There is a tool that rewrites content like human, just search in google: miftolo’s tools

    Rispondi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.